Consegna rapida
9,6/10
Telefono (solo inglese): +39 0111 962 06 15

Quali panaloni da sci scegliere?

Dopo averti spiegato come scegliere la tua giacca da sci, cerchiamo di spiegarti ora come scegliere i pantaloni da sci che stanno bene con la giacca! Per scegliere bene i pantaloni, i criteri sono gli stessi presi in considerazione per una giacca. Parliamo anche qui di impermeabilità, di traspirabilità e di isolamento termico, e cerchiamo di scegliere dei pantaloni dotati di caratteristiche di cui abbiamo bisogno.

Traspira, impermeabilizza, traspira, impermeabilizza, …

I concetti di impermeabilità e di traspirabilità sono importantissimi in tutti i capi tecnici, e vale lo stesso per i pantaloni. Queste proprietà ti proteggono dall’umidità, e quindi dal freddo. L’impermeabilità ti protegge dall’umidità sotto forma di pioggia e di neve, mentre la traspirabilità permette di evacuare l’eccesso di calore per evitare che la traspirazione si raffreddi e ti congeli.

Per far sì che i tuoi pantaloni da sci ti proteggano dall’umidità, i produttori hanno sviluppato delle membrane che garantiscono sia l’impermeabilità che la traspirabilità. Tra le membrane più famose, conosciamo la famosissima membrana Gore-Tex, e forse anche altre meno note ma ad alte prestazioni quali la InfiDRY della marca 686, la Dryplay della Picture, la Dermizax e la DRYOsphere della Scott, ecc.
infiDRY membrane
Per conoscere l’impermeabilità di una membrana, la posizioniamo su una colonna d’acqua e misuriamo l’altezza dell’acqua necessaria, in millimetri, per far sì che l’acqua cominci ad attraversare la membrana. È l’unità di misura di Schmerber. Questa indica i livelli d’impermeabilità, come 6 000 mm, 8 000 mm, 10 000 mm, 15 000 mm oppure 20 000 mm. Più il numero è elevato, più la tua membrana è efficiente. Attualmente, le membrane più impermeabili vanno fino a 30 000 mm.

La traspirabilità di una membrana viene indicata in grammi per metro quadrato per ogni 24 ore. Ritroviamo quindi delle indicazioni quali 6 000 g/m²/24 ore, 10 000 g/m²/24 ore, 20 000 g/m²/24 ore, ecc. Anche qui, più il numero è importante, più la membrana è efficiente.

I livelli d’impermeabilità e di traspirabilità vengono principalmente raggruppati e abbreviati sotto la forma seguente: 10K/10K per una giacca impermeabile a 10 000 mm e traspirante a 10 000 g/m²/24, 20K/20K per una giacca impermeabile a 20 000 mm e traspirante a 20 000 g/m²/24, ecc. L’impermeabilità è sempre indicata per prima.

Trattamento idrorepellente durevole

Per migliorare l’impermeabilità dei pantaloni da sci, i produttori li trattano spesso con un appretto idrorepellente durevole (in inglese DWR, Durable Water Repellent treatment). Si tratta di un film protettivo che blocca l’acqua pur lasciando evacuare il calore. Questo trattamento presenta invece due inconvenienti: si deteriora con il tempo, ed è spesso fabbricato con prodotti chimici nocivi per l’ambiente.

Per ovviare a questi inconvenienti, puoi innanzitutto rinnovare il trattamento con un prodotto specifico, e in secondo luogo optare per una marca che utilizzi dei trattamenti idrorepellenti durevoli senza perfluorocarburi (PFC) come per esempio la marca francese Picture Organic Clothing.

L’isolamento termico per non avere freddo

Senza organi, le gambe sono una delle parti del nostro corpo meno freddolose. Tuttavia, quando sciamo ad alta quota con temperature negative, e con la velocità che esalta la sensazione di freddo a causa del vento, avere un'imbottitura isolante nei tuoi pantaloni può essere una scelta giusta. I produttori propongono dei pantaloni isolanti sia naturali che sintetici, e a parte l’origine della materia, questi isolanti si differenziano per la loro efficacia termica. Più un isolante fornisce calore per lo stesso peso di riempimento, meno prende spazio, più ti lascia libero nei tuoi movimenti, e più respira.

Per aiutarti nella scelta, inseriamo nelle nostre schede prodotto dei nostri pantaloni da sci delle informazioni sul livello di calore, così come un peso di riempimento dell’isolante, quando i produttori ci trasmettono queste informazioni.
thermal insulation pantaloni da sci

Scegliere il giusto livello d’impermeabilità, di traspirabilità e d’isolamento

In base alla tua pratica e alle condizioni, non avrai le stesse esigenze contro l’umidità e il freddo. Se fai sci-alpinismo, alternerai delle fasi di sforzo intenso con delle fasi più tranquille. Potrai quindi optare per dei pantaloni da sci senza isolamento e con una buona traspirabilità. Se fai soltanto discesa, dovrai optare per dei pantaloni con isolamento, per non avere freddo né sugli impianti di risalita, né quando scii. Infine, l’impermeabilità è una condizione importante che permette di stare sempre all'asciutto anche quando le condizioni climatiche non sono buone.

Verificare attentamente le caratteristiche

  • Riflettore RECCO: Questa opzione è molto interessante sui pantaloni da sci. I rilevatori RECCO mandano i segnali emessi dai trasmettitori RECCO, che sono utilizzati dai soccorritori durante la rilevazione delle vittime di valanghe. Per gli amanti del fuori pista, è quindi una sicurezza supplementare avere dei rilevatori integrati nei pantaloni da sci.
  • Tasche: frontali, posteriori, cargo, con la zip, con bottone o velcro, assicurati di avere le tasche di cui hai bisogno sui tuoi pantaloni da sci per non rimanere deluso! Le tasche con la cerniera sono certamente più sicure per la tua attrezzatura, non rischi di perdere il tuo telefono se viene sistemato dentro una tasca con una zip chiusa.
  • Zip di ventilazione, cerniera lampo e cuciture impermeabili: Zip e cuciture sono i punti deboli dei pantaloni perché sono la porta d’ingresso per l’umidità. I pantaloni più tecnici sono quindi dotati di cerniere e di cuciture impermeabili. Per una maggiore traspirabilità, ritroviamo anche su numerosi pantaloni da sci e da snowboard delle cerniere di aerazione da aprire/chiudere in base allo sforzo
  • Collegamento pantaloni/giacca: Non c’è nulla di più sgradevole che avere della neve che entra nei pantaloni dopo una caduta. Per evitare questo, o mettiamo una salopette, oppure scegliamo dei pantaloni con un sistema di collegamento alla giacca che non lasci entrare la neve. Questi sistemi di attacco, generalmente tramite cerniera o bottoni a pressione, sono compatibili soltanto con la giacca assortita ai pantaloni.
  • Rinforzi e ghette da neve: Presenti sulla maggior parte dei pantaloni da sci, queste due caratteristiche sono molto utili. Le estremità dei pantaloni da sci devono essere rinforzate perché queste zone sono molto sollecitate (colpi di ramponi, di lamine, di bastoncini). Inoltre, le ghette da neve sono da inserire negli scarponi da snowboard o da sci quando andiamo nella farinosa, per evitare che la neve entri.
  • Lunghezza regolabile per i bambini: Come per le giacche, alcune marche propongono dei pantaloni da sci a lunghezza regolabile per i bambini. In questo modo, se il tuo bambino cresce da un inverno all’altro (cosa molto probabile), puoi aumentare la lunghezza dei pantaloni per non dover comprarne altri. Si tratta spesso di un sistema di cuciture rimovibili.

Salopette o pantaloni? Il duello che divide la comunità degli sciatori

Il team salopette e il team pantaloni ha ognuno le sue argomentazioni. Per quanto riguarda lo stile, alcuni trovano che la salopette sia scadente, mentre altri difendono anima e corpo il suo look trendy. Altri la trovano poco comoda, più lunga da infilare e più difficile da togliere per andare in bagno ecc. Al contrario, possiede il vantaggio di impedire che la neve entri, vero argomento quando andiamo nella farinosa. Ognuno si fa la propria idea, ma i più diplomatici (o i più indecisi) sceglieranno dei pantaloni da sci con delle bretelle.

Vero testimone del passato, possiamo ancora vedere sulle piste alcune tute da sci. In effetti, qualche irriducibile sciatore resiste ancora all’evoluzione naturale dell’abbigliamento da sci, e non esita a indossare la sua tuta integrale fluo.