Consegna rapida
9,6/10
Telefono (solo inglese): +39 0111 962 06 15

Quali sono i guanti da sci più caldi?

Su Glisshop, ogni guanto da sci presenta un indice di calore che indica la capacità di proteggere le mani dal freddo. Ciò che vale per i guanti vale anche per le muffole. I produttori hanno pensato a tutto e a tutti, e hanno concepito dei modelli più o meno caldi per due motivi. Primo, non siamo tutti uguali di fronte al freddo. Secondo, non pratichiamo tutti la montagna nello stesso modo. Che tu cerchi un paio di guanti molto caldi perché temi molto il freddo, o perché pratichi il freeride o lo sci-alpinismo o lo splitboard in alta quota, ti diamo alcuni consigli per aiutarti a fare la scelta giusta.

Guanto o muffole, qual è il più caldo?

Quelli che praticano l’alpinismo, come quelli che si avventurano nelle parti più a Nord del pianeta sono tutti d’accordo nel dire che le muffole sono l’attrezzatura migliore contro il freddo. Le dita, non essendo separate l’una dall’altra, si tengono al caldo in un volume d’aria più importante rispetto al guanto. L’unico dito che rimane separato dagli altri è il pollice, per poter continuare a sollevare oggetti che non richiedano molta precisione. È il caso dei bastoncini da sci, per i quali la presa non necessita di grande accuratezza.
Anche se non sono i più caldi perché le dita sono separate, i guanti offrono invece più facilità per manipolare piccoli oggetti. Pensiamo ai ganci degli attacchi da sci, soprattutto quelli che dispongono di una regolazione micrometrica, ma anche al sistema ski/walk o agli attacchi da snowboard che bisogna spesso stringere e allentare. Con dei guanti, è anche più facile regolare degli scarponi da snowboard o delle ciaspole. Ma è solo una questione di abitudine e dipende dalla valutazione di ciascuno di noi.
Se i guanti da sci a prima vista non sembrano vincere questa partita, non ci sono dubbi sul fatto che proteggano entrambi dal freddo, avendo la loro composizione un ruolo essenziale.
Guanti Salomon

Quali sono i guanti da sci più caldi?

I guanti da sci, come le muffole, si contraddistinguono a prima vista per il loro concept esteriore, che può essere in materiale sintetico o naturale. Ma può anche essere un mix dei due, come per il modello Black Diamond Guide di cui la parte esterna viene fabbricata in nylon e cuoio, molto resistente all’abrasione. Con questa struttura bi-materia, questi guanti, che esistono sotto forma di lobster (un guanto a 3 dita), permettono di resistere alle peggiori condizioni in montagna.
Gant ski Black Diamond Guide Natural
Guanti da sci Black Diamond Guide Natural
Gant ski Black Diamond Guide Black
Guanti da sci Black Diamond Guide Black
Gant lobster Black Diamond Guide Finger Natural
Guanti da sci 3 dita Black Diamond Guide Finger Natural

Impermeabilità

La maggior parte dei guanti più caldi beneficiano di una membrana impermeabile che permette alle tue mani di rimanere all'asciutto. Lo scopo è di garantirti una protezione efficace contro l'umidità, che è naturalmente fonte di freddo. La membrana probabilmente più famosa è la membrana Gore-Tex, capace di impedire all’acqua di entrare, anche in caso di forte pioggia o di cadute di neve importanti. Oltre a questa impermeabilità incredibile, è anche nota per le sue facoltà di essere traspirante e paravento.


logo Gore Tex
Le membrane Gore-Tex, di cui sono attrezzati alcuni guanti da sci, così come alcune muffole, specialità della marca 686, si declinano in varie categorie:
  • Gore-Tex Active: è molto apprezzata per la sua ultra-leggerezza e la sua traspirabilità ottima
  • Gore-Tex Gore Grip: garantisce una tenuta ottima
  • Gore-Tex + Gore Warm Technologie: le prestazione termiche garantiscono un calore maggiore, cosa di cui abbiamo bisogno quando pratichiamo il fuori pista o lo sci-alpinismo.

Isolamento

Per far sì che i guanti da sci siano molto caldi, due elementi sono fondamentali nella loro fabbricazione. Situati all’interno, si tratta degli isolamenti e delle fodere che possono anche queste essere sintetiche o naturali. Nei guanti da sci più caldi, ritroviamo spesso gli isolamenti PrimaLoft o Thinsulate che sono fra i più efficaci sul mercato. Garantiscono un contributo termico ottimo. Numerose muffole beneficiano anche di questi isolamenti di alta gamma che proteggono particolarmente bene le mani dal freddo quando sei in movimento e garantiscono anche una buona traspirabilità.
È il caso, per esempio, delle muffole Black Diamond Women Mercury, Dakine Team Baron oppure Reusch Coleen:
Moufle Black Diamond Women Mercury Mitts
Muffole da sci Black Diamond Women Mercury Mitts
Moufle Dakine Team Baron Gore-Tex Mitt Chris Benchetler
Muffole da sci Dakine Team Baron Gore-Tex Mitt Chris Benchetler
Moufle Reusch Coleen R-tex Xt Mitt
Muffole da sci Reusch Coleen R-tex Xt Mitt
Esistono altri tipi di isolamento che ritroviamo specificamente sui modelli di alcune marche. In particolare, è il caso della Burton Snowboards con un isolamento chiamato Thermacore. La marca Dakine utilizza invece l’isolamento High Loft Synthetic, associato a una membrana Gore-Tex + Gore Warm technologie, per far sì che il tutto sia super resistente al freddo.
Se utilizza anche lui le membrane Gore-Tex per i suoi guanti più caldi, il produttore Reusch impiega inoltre un isolamento chiamato Real Down. Contrariamente a ciò che lascia intendere il suo nome, non si tratta di una imbottitura naturale, ma di un vero e proprio isolamento termico. Come per PrimaLoft, si tratta di un’alternativa alla piuma d’oca o di anatra, che possiedono delle qualità termiche ad alta prestazione e anche delle proprietà idrorepellenti.
L’altra particolarità di queste 3 marche è che inseriscono in alcuni dei loro guanti da sci più caldi una piccola tasca con zip, sulla parte superiore, nella quale è possibile inserire degli scaldini. Lo scopo è di poter aggiungere calore in caso di freddo estremo, quando c’è una tormenta ad alta quota o nei territori nordici dove le temperature possono essere molto basse. I tre modelli qui sotto uniscono tutte queste caratteristiche. Fanno parte dei guanti da sci più caldi che esistano, capaci di proteggere perfettamente le tua mani e le tue dita.
Gant Reusch Down Spirit Gtx
Guanti da sci Reusch Down Spirit Gtx
guanti Burton Baker 2 In 1 Bog Heather
Guanti da sci Burton Baker 2 In 1 Bog Heather
Gant Dakine Sequoia Gore-Tex Glove
Guanti da sci Dakine Sequoia Gore-Tex Glove

Fodera

La fodera è un altro componente essenziale dei guanti da sci più caldi. Ce ne sono diverse tipologie. Se sono spesso costituite da materie 100% sintetico, come per le muffole Reusch William R-Tex XT, alcune fodere sono completamente o parzialmente concepite in materiale naturale. I guanti da sci Black Diamond Guide così come le muffole Dakine Team Baron Gore-Tex Mitt Chris Benchetler, menzionati qui sopra, fanno parte dei modelli più caldi, nei quali la fodera è soprattutto costituita di lana. È il caso anche dei guanti Team Excursion Gore-Tex Glove della marca Dakine.
Le muffole da sci Level Bliss Flame Mitt sono una delle poche a essere costituite da una fodera in cachemire, fibra animale setosa proveniente dal pelame delle capre endemiche degli altipiani tibetani, ai piedi dell'Himalaya.
Moufle Reusch William R-tex Xt
Muffole da sci Reusch William R-tex Xt
Guanti da sci Dakine Team Excursion Gore-Tex Glove
Guanti da sci Dakine Team Excursion Gore-Tex Glove
Moufle Level Bliss Flame Noir Mitt
Muffole da sci Level Bliss Flame Noir Mitt

Guanti con sotto-guanti rimovibili

Oltre alla fodera, alcuni guanti e alcune muffole sono muniti di sotto-guanti rimovibili. Questo comporta numerosi vantaggi. Situati all’interno dei guanti o delle muffole, i sotto-guanti fungono da strato supplementare per una protezione massima contro il freddo. Permettono di tirar fuori le mani dai guanti o dalle muffole senza che siano direttamente esposte al freddo. Permettono di manipolare oggetti con una destrezza maggiore rispetto ai guanti o alle muffole, per esempio per regolare la tracolla dei bastoncini o per scattare una foto con il vostro telefono. I sotto-guanti possono essere utilizzati da soli per sciare in primavera, o durante un’attività outdoor. I guanti e le muffole possono anche essere utilizzati senza i sotto-guanti, quando il tempo lo permette.
Guanti da snowboard Burton
Ecco due modelli della Burton che fanno parte dei guanti da sci più caldi e sono attrezzati con sotto-guanti rimovibili:
gant ski femme Burton Snowboard Women's Gore-Tex Glove
Guanti da sci Burton Snowboard Women's Gore-Tex Glove
gant de ski Burton Snowboard Men's Gore-Tex Glove
Guanti da sci Burton Snowboard Men's Gore-Tex Glove

Guanti riscaldati

Alcune marche, oltre a concepire i loro guanti con delle membrane impermeabili e traspiranti, degli isolamenti e delle fodere, hanno scelto di utilizzare dei sistemi di riscaldamento. Costituiti da componenti integrati con molta attenzione per essere quasi impercettibili al tatto, scaldano delicatamente la parte superiore della mano e le dita. Quando sono avviati, tramite piccole batterie portatili e ricaricabili, diffondono del calore con un grado d’intensità variabile, con un semplice clic sul pulsante. Le marche Therm-Ic, Racer e Lenz propongono i migliori guanti da sci riscaldati, che proteggono contro il freddo estremo, ma anche contro l’umidità.
Gant de ski chauffant Therm-Ic Ultra Heat Gloves
Guanti da sci riscaldati Therm-Ic Ultra Heat Gloves
Gant de ski chauffant Racer Connectic 4 Chauffant Waterproof
Guanti da sci riscaldati Racer Connectic 4 Riscaldante Waterproof
Gant de ski chauffant Lenz Heat Glove 4.0
Guanti da sci riscaldati Lenz Heat Glove 4.0