Consegna rapida
9,6/10
Telefono (solo inglese): +39 0111 962 06 15

QUALI CAMBER SCEGLIERE PER SNOWBOARD?

Per la scelta di uno snowboard, sei costretto a scegliere il camber, che chiamiamo anche profilo. Stai attento a non confonderlo con la shape. La shape di una tavola è la sua forma quando la guardi da sopra.

Una shape può essere twin-tip (simmetrico), direzionale o twin direzionale. Se devi ancora perfezionarti sulle shape, puoi sfruttare la nostra guida su come scegliere la shape di uno snowboard.

camber non sono nuovi nello snowboard ma sono diventati molto popolari durante l’ultimo decennio. I rider e i costruttori hanno realizzato quanto il camber possa avere un impatto sulle prestazioni di una tavola e da allora, decine di profili sono apparsi sul mercato.

Ma cos’è un camber? Il camber è la curvatura naturale dello snowboard quando è sdraiato per terra, se lo guardi di profilo. Questa curvatura sembra banale, ma conferirà tutta la personalità alla tua tavola. Potrà aumentare la sua maneggevolezza, la renderà più o meno tollerante, con una tenuta più o meno accentuata, più stabile o con un sollevamento nella farinosa. C’è una moltitudine di opzioni possibili ma per farla semplice, ne vedremo soltanto 6. Questi 6 profili principali ti daranno un buon quadro generale del funzionamento del camber snowboard. Tutti i produttori hanno i propri metodi ma ogni camber deriva da uno di questi 6 profili:

Camber tradizionale
TBT o Triple Base Technology
Camber inverso
Cambre piatto
Cambre W
Cambre + Rocker

Camber tradizionale

Il camber tradizionale è il profilo più vecchio e più diffuso nello snowboard, è apparso prima dei camber inversi, ibridi o W. Non è il camber più facile da controllare ma è sicuramente il più efficiente. Per riconoscerlo, nulla di più semplice. Quando la tavola è sdraiata, forma un arco verso l’alto. I punti di contatto con il suolo si trovano al livello delle spatole e il centro della tavola è rialzato. Il centro della tavola è il punto più lontano dal suolo. I camber tradizionali sono conosciuti per la loro stabilità, la loro precisione, il loro pop e la potenza al momento delle trasmissioni di energia. Offrono delle prestazioni eccellenti in carving. Hanno una buona tenuta ad alta velocità e sono adatti ai rider con esperienza. Tuttavia, un camber tradizionale rende la tavola molto meno tollerante e più propizia al controspigolo. È quindi meno adatta ai rider principianti
Snowboard traditional camber

TBT o Triple Base Technology

Ecco un profilo estremamente specifico, sviluppato e utilizzato da due marche, Bataleon e Lobster. Teniamo a menzionarlo perché è molto diverso da quello che potrai trovare sul mercato. Non è realmente un camber eppure si tratta di un profilo particolare. Per farla breve, il nose e il tail della tua tavola sono divisi in 3 parti distinte. Ogni lato è rialzato, cosa che allontana i punti di contatto con il suolo quando vai dritto e rende la tavola molto più tollerante. Tutta la parte centrale (tra gli inserti) è piatta per un controllo migliore e maggiore reattività. Quando trasferisci il tuo peso su una delle lamine, il punto di contatto si abbassa e quindi tutta la lunghezza della lamina diventa effettiva. Il TBT è il migliore compromesso tra controllo, tenuta e tolleranza.

threebt 123 1

Zona centrale stabile

Non ci sono variazioni al livello della soletta sotto o tra gli attacchi. Questo permette di creare una piattaforma più stabile sotto i piedi.

threebt 123 2

Sollevamento dei bordi al livello degli attacchi

Le lamine si rialzano progressivamente al livello degli attacchi fino ai punti di contatto (punto dove la tavola è più larga). Il rialzo progressivo delle lamine permette di entrare in curva in modo più fluido e permette soprattutto di limitare i controspigoli.

threebt 123 3

Spatola rialzata

Le lamine sono maggiormente rialzate una volta superati i punti di contatto. La forma delle spatole fa pensare allo scafo di una barca e massimizza la portanza nella farinosa. Il passaggio su terreni accidentati sarà anche più facile.

Il TBT o Triple Base Technology è un profilo molto particolare. Se desideri capire ancora meglio come funziona, potrai trovare delle spiegazioni supplementari, illustrate in maniera intelligente nel video qui sotto (video in inglese):

Camber inverso

Il camber inverso ha portato tanto all’industria dello snowboard. Anche conosciuto sotto il nome di camber banana, è l’opposto del camber tradizionale. Al posto di avere il centro della tavola che si rialza, è il contrario. Il punto più basso è al centro della tavola mentre le due spatole sono rialzate e non toccano la neve. Ci sono molti vantaggi nel ridare con un camber inverso. Essendo i punti di contatto rialzati, i controspigoli sono rari, la tavola è più tollerante è più giocosa. Le curve sono più facili da controllare e la tavola rimane naturalmente in superficie quando sei nella neve profonda. I camber inversi sono anche molto popolari nel mondo del freestyle. Giocosi e tolleranti, sono perfettamente adatti al jibbing. 

Tuttavia, il camber inverso non è stabile come un camber tradizionale ad alta velocità. Sarà anche meno reattivo, meno nervoso e meno preciso. Non ti stiamo dicendo che un camber inverso è meglio o no di un camber tradizionale. Ognuno garantisce delle caratteristiche, toccherà a te scegliere!
Reverse Camber

Camber piatto

Il camber piatto è la via di mezzo, il compromesso tra camber inverso e camber tradizionale. Chiamata anche camber zero, questa tavola è completamente piatta dal nose al tail. Il camber piatto ti garantirà una tenuta migliore, una reattività maggiore e più stabilità rispetto a un camber inverso pur essendo più tollerante, più giocoso e più facile da ridare rispetto a un camber tradizionale. . 

Il camber piatto è la buona scelta se devi cambiare terreno più volte nella giornata. Se ti piace andare sulle piste ma anche nello snowpark, e fare passaggi nella farinosa, puoi tranquillamente scegliere questo tipo di profilo.
flat camber

Cambre W

Il camber W chiamato anche camber ibrido, medley o misto, è una combinazione di rocker e di camber. Se possiamo dire che il camber piatto diminuisce i difetti dei camber tradizionali e inversi, il camber W massimizza i loro vantaggi. In effetti, hai un vero camber sotto i tuoi piedi, cosa che aumenta fortemente la reattività e il pop della tavola, e ritroviamo 3 zone di rocker (o in camber inverso) sul nose, sul tail e tra i piedi. Queste sezioni ottimizzano l’aspetto giocoso della tavola, la sua tolleranza e la portanza nella farinosa. 

Il camber W è l’opzione migliore se vuoi goderti i vantaggi di tutti i camber.
hybrid camber

Camber Camber + Rocker

Il camber Rocker è anche conosciuto sotto il nome di Camrock. È l’ultimo profilo della nostra selezione e come indica il suo nome, è composto da due rocker, uno sul nose, uno sul tail, e di un camber tradizionale tra gli inserti. Al contrario del camber W, non hai un camber inverso tra i piedi, cosa che rende la rotazione un po’ più difficile. 

Tuttavia, questa lunga sezione di camber garantisce più stabilità, più reattività e più pop. Il Camrock è la scelta giusta se vuoi avere le stesse sensazioni fluide di un rocker, soprattutto nella farinosa, e la stessa tenuta e nervosità di un camber tradizionale. È un profilo molto versatile utilizzato su tutti i tipi di terreni.
camrock
Ecco un quadro generale di quello che ritroviamo sul mercato dello snowboard in termini di camber. Come abbiamo precisato sopra, c’è una moltitudine di opzioni disponibili, essendo ognuna una variante di uno dei profili sopra esposti. Troverai dei profili asimmetrici, per esempio con un camber spostato verso la parte posteriore o con un rocker più lungo sul nose, perfetto per la farinosa. L’obiettivo di questa piccola guida è di aiutarti a capire come funzionano i camber e i rocker, e quello che conferiscono al tuo snowboard. Scegli il tuo camber in base al tuo livello e al tuo stile. Ogni rider ha le sue preferenze e ogni camber ha le sue peculiarità.